Venite per incontrarci… sarà tutto più semplice!


Giornata Mondiale del Teatro, 27 marzo 2013 h. 20.30 | FOYER – Teatro Ventidio Basso – Ascoli Piceno.

I Greci consideravano il teatro non come una semplice occasione di divertimento e di evasione dalla quotidianità, ma piuttosto come un luogo dove la polis (la città) si riuniva per celebrare le antiche storie del mito, patrimonio comune della collettività.

In occasione della giornata mondiale del Teatro l’Associazione respirArte e la Compagnia Esule Teatro di Ascoli Piceno propongono e promuovono il progetto/evento “Festa ArTeatro”.

I

n tempi di crisi la cultura si presenta come risorsa in più, la scoperta di nuove possibilità di incontro e di stimoli creativi, sociali, economici, umani, dove la cura del bello (intesa nel senso artistico) ne diviene sprono per un’esistenza più ricca, condivisibile… il teatro rimane quel luogo possibile in cui i diversi linguaggi artistici si unificano sulla scena… forme espressive dell’animo umano… capacità, valori, socialità, incontro, arricchimento, condivisi nell’essere semplicemente uomo… andiamo al teatro come ad una festa col piacere di esserci per incontrare l’altro diverso da noi, specchio del possibile… contraddizioni, attenzioni, scoperte d’ignoti universi, cura dell’esistere… una festa apparecchiata con commensali sconosciuti… poco noto, inusuale… il teatro ci fa scopritori di conoscenze, di diletti infiniti, di riti, di sacro…

All’evento, prendono parte artisti di diversi ambiti espressivi – pittura, musica, teatro, danza, mimo, poesia e burattini: il gruppo musicale Abetito Galeotta - Dante Fazzini -Tonino D’IsidoroMaria Angela Pespani – Sergio Capoferri – Marina Ricci – Achille Ambrosini – Luca Ronga – Gaia Pierantozzi – Eugenio Ravo

Come uno spettacolo di Caffè Concerto, lo spazio scenico diviene azione di energie altre, lo sconosciuto incontra il conosciuto, il complesso incontra la semplificazione, la forma astratta il concreto, l’immaginario il possibile… dal quotidiano al meraviglioso, dall’ordinario allo straordinario.

Eugenio Ravo

Comments are closed.

TEATRO DI FIGURA
Viene denominato teatro di figura quella particolare arte teatrale che utilizza burattini, marionette, pupazzi, ombre, oggetti, come protagonisti dello spettacolo teatrale e segni di un linguaggio fortemente visuale e sensoriale.
ABOUT ME
I miei attori di legno si riposano nei bauli e si risvegliano nei teatri, nelle piazze e nei festival di tutta Europa e a volte sono affiancati da attori, musicisti, narratori, burattinai, registi e personaggi assurdi, con mia grande contentezza.
 
Alcuni riconoscono nelle mie mani e nella mia voce una preziosa abilità: dare vita a figure che non la possiedono.
CONTACT
Per qualsiasi informazione su date, spettacoli e workshop scrivere a: info@lucaronga.com